Politica sui Cookies

Questo Sito Web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito. Continuando ad utilizzare questo sito Web stai implicitamente autorizzando l'utilizzo dei cookies. Per accettare in via permanente e rimuovere questo avviso, fai click su 'ACCETTO'.

Generalmente in un impianto di depurazione il refluo da trattare arriva per gravità tramite un canale o una tubazione interrata. Per non dover realizzare i processi di trattamento dell’acqua in vasche completamente interrate, con un conseguente aumento dei costi delle opere edili e la difficile gestione, è necessario prevedere un sistema di sollevamento in testa all’impianto, possibilmente dopo la fase di grigliatura per salvaguardare il gruppo stesso.sollevamento1

Il sistema di sollevamento è costituito da una serie di pompe, generalmente sommerse, che vengono comandate tramite controlli di livello dell'acqua nella vasca stessa. Se il livello dell’acqua nel serbatoio è basso, solo una pompa è in funzione; man mano che il livello d’acqua aumenta, entrano in funzione anche le altre pompe del gruppo di pompaggio. In questo modo è possibile gestire le variazioni di flusso dell’effluente in ingresso, garantendo il sollevamento anche con la portata massima, e ridurre il consumo energetico in caso di portate ridotte.

I fattori che caratterizzano un gruppo di pompaggio sono:

  • Portata Q (m3/h), basata sulla portata massima;
  • Prevalenza H, che considera sia il dislivello geodetico, sia le perdite distribuite e localizzate del sistema di pompaggio;
  • Rendimento η della pompa;
  • Potenza P della pompa;
  • Tipo di girante, che deve garantire ampi passaggi liberi poiché si devono sollevare liquidi con presenza di corpi solidi.

Questa  tecnologia è parte integrante del processo di trattamento di un Impianto Biologico.

sollevamento2

sollevamento3

eco innovationProgetto WASATEX