Politica sui Cookies

Questo Sito Web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito. Continuando ad utilizzare questo sito Web stai implicitamente autorizzando l'utilizzo dei cookies. Per accettare in via permanente e rimuovere questo avviso, fai click su 'ACCETTO'.

La maggior parte dei reflui contenenti composti biodegradabili può essere trattata per via biologica, purché vengano realizzate, verificate e garantite le condizioni ambientali più idonee.
Questo tipo di sistema, se progettato e gestito correttamente, può rimuove BOD5, COD, tensioattivi, colloidi, TKN, oli e grassi e solidi sospesi per oltre il 90%, senza l'uso di sostanze chimiche: è di gran lunga il processo più efficiente ed economico disponibile per questi tipi di reflui.
Inoltre la quantità di fanghi generata è la più bassa possibile ed essendo un prodotto biologici1organico può essere miscelato con altri elementi organici per produrre compost.

Il processo di base consiste nella trasformazione (ovvero Ossidazione) dei costituenti biodegradabili solubili e particolari in prodotti finali ossidati che includono anidride carbonica, nitrati e acqua. I responsabili di questa conversione sono una colonia mista di microrganismi viventi, che proliferano a certe condizioni ambientali; per cui è molto importante che i seguenti parametri vengano verificati e corretti tempestivamente:

  • PH
  • Temperatura
  • Ossigeno disciolto
  • Tempo di ritenzione idraulica
  • Concentrazione di MLSS
  • Carico organico

L'impianto di trattamento biologico delle acque reflue (WWTP) consiste in due linee interconnesse: la linea acqua e la linea fanghi.

 

biologici2

biologici3

 

 

 

 

 

 

 

 

 

LINEA ACQUA:

 

LINEA FANGHI:

eco innovationProgetto WASATEX